lunedì, maggio 29, 2006

[Cinema] Il Codice da Vinci


L'ho visto giovedi 25 al cinema, ed ora vi sparo i miei commenti, premettendo di aver letto anche il libro da cui è tratto il film.

Nel complesso mi è piaciuto, nel senso che l'ho trovato abbastanza ben sviluppato, la trama è stata salvata QUASI del tutto... perchè "quasi" (se non lo avete ancora visto non leggete oltre, perchè potrei rovinarvi la visione)?
Innanzitutto l'ho trovato molto, troppo politically correct, e spiego cosa intendo citando 2 esempi:
  1. Quando Langdon e Sophie vanno di notte da sir Libdig e discutono della teoria del Graal, per tutto il tempo c'è una sorta di dibattito tra i 2 storici, dibattito in cui Langdon fa l'avvocato del diavolo cercando di mettere il dubbio/confutare le teorie estreme di Libdig. Nel libro non è affatto così, ANZI, Langdon segue e concorda sulle teorie dell'amico inglese per tutto il tempo, mostrando chiaramente di essere d'accordo... insomma, l'idea data dal film è di aver voluto attenuare molto l'accanimento contro i presunti insabbiamenti della chiesa e sull'origine del Graal.
  2. Scena sull'autobus, in cui Langdon e Sophie si procurano una scheda magnetica chiedendola in prestito ad uno studente evidentemente di origine islamica , e con essa si collegano alla biblioteca tramite il telefonino... RIDICOLA.
Altra cosa che mi ha lasciata perplessa è il finale incompleto. Il ragazzo che apre la porta della chiesa è il fratello di Sophie che non è morto con lei nell'incidente stradale, ma che è stato salvato e allevato dalla nonna lontano dalla sorella per dare ad entrambi una possibilità di salvezza in più. E Sauniere è il vero nonno dei 2, e non un membro del Priorato di Sion che decide di allevare personalmente la bambina, infatti alla fine del libro c'è il ricongiungimento della famiglia etc etc. Insomma, avete fatto un film che dura 2 ore e mezza, vi siete preoccupati di altri 5 minuti?
E poi Sophie e Langdon alla fine si mettono insieme, perchè eliminare interamente il finale "romantico" del romanzo? Boh!

Una cosa che mi è piaciuta invece molto e che mi ha coinvolta sono stati gli ultimissimi minuti del film, quando Langdon si rende conto di dov'è in realtà il sarcofago di Maddalena e si inginocchia a pregarla... molto molto suggestiva, a me che ho letto il libro ha molto colpita :)
E anche il personaggio di Silas è molto realistico, così come ho trovato ben costruita l'interpretazione di Langdon fatta da Tom Hanks (in vecchiaia è pure più bello secondo me :p).

Chi l'ha visto? Voi cosa ne pensate? E del libro? Io l'ho letto su CALDO suggerimento di un amico, la trama mi aveva presa e incuriosita, ma il modo in cui è scritto, la tecnica narrativa e il resto... credo di essere troppo snob per apprezzarla ;-) Un pò troppo commerciale per i miei gusti, o forse è che sono troppo Pennac-dipendente, fate voi!

6 commenti:

  1. Ciao!Io ho letto il libro e visto il film....e mi sono piaciuti.Secondo me tutto il polverone che si è creato non ha fatto del bene nè al primo,nè al secondo.Si è voluto andare troppo oltre,addirittura la chiesa è intervenuta nel dibattito,ma stiamo scherzando? E' un libro,a metà tra storia e fantasia,tutto qui.E se devo dire la verità neanche brutto.Al di là di tutto, non si può certo negare che tiene col fiato sospeso!(già un bel risultato secondo me,considerati tanti altri libri soporiferi)Esistono immondizie ben più scandalose.Il prblema è che quando escono questi polpettoni americani(tipo Titanic o il Gladiatore)tutti si calano nei panni del critico cinematografico e vanno a cercare il pelo nell'uovo.I dibattiti tv ne sono pieni.
    Saluti! :)

    RispondiElimina
  2. Hehe parli con una che non sopporta "Titanic" :\, quindi W il codice da Vinci!
    In realtà credo che, se ci si avventura in una strada così "contro" (considerato il potere enorme che possiede la chiesa...) poi si deve aspettare una valanga di polemiche come nel caso di Dan Brown :-p

    RispondiElimina
  3. Infatti Dan Brown è uno dei furboni del nuovo millennio.Ha infinocchiato tutti facendo credere di essere realmente convinto delle tesi del Codice e riuscendo a far parlare di sè persino il Vaticano!Chi ci ruscirebbe?

    RispondiElimina
  4. Come dicono in Francia, sugnu raccoddu :D

    RispondiElimina
  5. Veeedo la geeente moorta! ^o^

    L'ho visto, mi è piaciuto e lo vorrei rivedere un'altra volta quando "esce in DivX" :P

    hanno alzato un polverone assurdo.. beh, forse perchè hanno un pò il carbone bagnato e qualche fodno di verità potrebbe esserci? ;)

    RispondiElimina
  6. Il libro non l'ho letto, lo confesso, ma non sono certo nuovo ai vangeli aprocrifi, o ad una visione "alternativa" di gesù rispettoa a quella che ci viene proposta dalla chiesa di roma ed in maniera differente dalle altre sette cristiane.

    Del film posso dire che mi ha appassionato, anche se rimane un film mediocre. Il pregio maggiore a pensarci bene è quello di portare alla maggior parte delle persone la conoscenza di queste teorie complottiste, anche se, nel modo in cui sono presentate nel film, i ricercatori delle altre verità sono peggiori dei censori.

    RispondiElimina